Taranto: Cittadella della Giustizia nuovi servizi della nostra città.

la lettera del Presidente De Bartolomeo

Il passaggio dalla Provincia al Demanio delle aree su cui sorgerà la Cittadella della
Giustizia di Taranto rappresenta un ulteriore e importante tassello nel processo di
potenziamento dei servizi della nostra città.
Si conferma, in particolare, l’attenzione delle Istituzioni verso il rafforzamento delle
principali funzioni pubbliche offerte dal capoluogo e la volontà di partecipare ai processi
di rigenerazione urbana che, com’è noto, passano anche attraverso la riorganizzazione
delle attività e l’ammodernamento delle strutture che ospitano i servizi pubblici.
Taranto continua dunque a cambiare pian piano volto, ponendosi sempre più al centro
di un complesso di investimenti pubblici e privati che, auspichiamo nel più breve tempo
possibile, ridisegneranno la città per renderla sempre più moderna e funzionale.
Una trasformazione alla quale, come costruttori, crediamo fermamente e che
sosteniamo da tempo in ogni sede chiedendo alle Istituzioni di osare, di crederci
sempre più convintamente, anche facendo da apripista per stimolare gli interventi
privati.la 
In questo quadro ci auguriamo che simili iniziative come quella che ha visto protagonisti
Provincia e Demanio siano sempre più partecipate, coinvolgendo gli attori economici di
questo territorio sin dalle battute iniziali per raccogliere contributi e suggerimenti.
Crediamo, infatti, che il confronto aperto e trasparente con la comunità sia il
presupposto fondamentale per valorizzare lo sforzo compiuto da ciascuno nei propri
ambiti e per lavorare efficacemente verso l’obiettivo comune di far crescere e
sviluppare la città di Taranto.

Fabio De Bartolomeo
Presidente
ANCE TARANTO

leave a reply