Taranto: vaccinazioni Covid, da oggi anche i bambini compresi tra i 5 e gli 11 anni.

All’ospedale di Castellaneta, invece, seduta dedicata ai bambini fragili. Fino al 7 dicembre, nelle scuole della provincia sedute dedicate ai più piccoli. 

Come nel resto della Puglia, avviata stamane la campagna vaccinale anti Covid dedicata ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Per i nati dal 1° gennaio 2010 al 31 dicembre 2016, la vaccinazione sarà possibile attraverso il pediatra di libera scelta oppure aderendo alle sedute vaccinali dedicate e organizzate nelle scuole del territorio.
ASL Taranto, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, ha individuato per ogni distretto gli istituti sedi delle vaccinazioni e stilato un calendario di appuntamenti fino al 7 gennaio per permettere la vaccinazione anche dei più piccoli. Ogni scuola informa i genitori dei propri alunni sugli appuntamenti nella scuola più vicina a quella frequentata e raccoglie le adesioni. Per ogni seduta vaccinale sono previsti circa 120 accessi, è molto importante rispettare il calendario di convocazione per evitare disagi e attese.
Oggi l’avvio della campagna a Taranto nelle scuole Viola e Martellotta, a Massafra alla San Giovanni Bosco e a Grottaglie alla scuola De Amicis. Venerdì 17, invece, saranno attivi i punti di vaccinazione scolastica territoriale di Taranto alla scuola Pirandello a Paolo VI e di Laterza alla scuola Diaz.

 

“Oggi è una giornata importante perché possiamo cominciare in sicurezza a proteggere anche i bambini – ha affermato Michele Conversano, direttore del Dipartimento di Prevenzione – Nelle scuole,  ambiente familiare ai più piccoli, potranno vaccinarsi anche i genitori, se lo vorranno. Sia con il vaccino anti Covid, sia con quello antinfluenzale.” 

Le scuole individuate come punti di vaccinazione scolastica territoriale sono: a Taranto, la scuola Viola in Via Acton, gli istituti comprensivi Pirandello a Paolo VI (Via Pastore), Martellotta (Corso Annibale) per la zona Montegranaro-Salinella, Salvemini (Via Gregorio VII, 2), Vico-De Carolis in Via SS. Angeli Custodi e Galilei in Corso Vittorio Emanuele 9; a Laterza l’istituto comprensivo Diaz in Via Roma 59 e a Castellaneta la scuola Surico in Via Mazzini 23; a Massafra l’istituto comprensivo San Giovanni Bosco in via Padre Abatangelo e a Mottola la scuola Manzoni in via Gerloni 23. Per il distretto di Martina Franca, a Crispiano la scuola Mancini in Via Regina Elena 1,  mentre a Martina la Papa Giovanni XXIII in piazza San Francesco da Paola 3; a Grottaglie l’istituto De Amicis in via Peluso 2. Nella parte orientale della provincia, a Pulsano la scuola Giannone in via Mazzini, a Lizzano l’istituto Manzoni in via Silvio Pellico e Sava la Bonsegna-Toniolo in via Cinieri.

Avviate anche le attività di vaccinazione dei bambini fragili: nel pomeriggio di giovedì attivo all’Ospedale San Pio di Castellaneta il “Villaggio dei vaccini”, uno spazio a misura dei più piccoli dedicato alla vaccinazione dei primi dieci bambini con fragilità. Importante per la buona riuscita della campagna vaccinale, la comunicazione con i genitori per sensibilizzarli sull’importanza della vaccinazione per questi bimbi e chiarire i loro eventuali dubbi. Un ruolo importante è svolto anche dai pediatri di libera scelta che possono individuare i pazienti fragili e indirizzarli verso la struttura. Durante le sedute vaccinali dedicate ai fragili potranno essere vaccinati anche i loro fratellini e sorelline, in modo da proteggere l’intero nucleo familiare.

 

Il vaccino antiCovid, nella sua versione pediatrica rimodulata, è sicuro per i bambini ed efficace nel ridurre di circa il 91% il rischio di infezione. L’adesione alla vaccinazione è su base volontaria e non obbligatoria; il vaccino permette di tutelare la salute dei piccoli e offrire loro la possibilità di frequentare con una maggiore sicurezza la scuola e condurre una vita sociale più serena. I genitori potranno chiedere consiglio ai pediatri di libera scelta, molti dei quali saranno direttamente coinvolti nella campagna vaccinale nelle scuole e all’interno dei loro studi.
Per rendere le operazioni di vaccinazione più rapide e, quindi, meno stressanti per i bambini, si raccomanda alle famiglie dei minori di giungere nelle scuole già munite di modulo di consenso e anamnesi debitamente compilato e firmato da entrambi i genitori, in modo da non dover predisporre i moduli di delega. In mancanza della firma di uno dei genitori, o qualora i bambini siano accompagnati in sede vaccinale da una figura differente, sarà necessario sottoscrivere delega o apposita dichiarazione.

leave a reply