Controlli in Provincia: due denunce della Polizia di Stato

Sempre alta l’attenzione della Polizia di Stato anche in provincia con i servizi di controllo da parte delle pattuglie impegnate sul territorio dei locali Commissariati.

Nel comune di Grottaglie, una mirata attività antidroga ha permesso di scoprire un giovane poco più che maggiorenne, che in casa nascondeva marijuana. Dopo alcuni giorni di appostamento e di pedinamento i poliziotti convinti dell’illecita attività del 20enne hanno deciso di approfondire l’indagine con una perquisizione domiciliare. I risultati sono arrivati ben presto, nella camera da letto del sospettato , nascosti in un armadio sono stati recuperati circa 80 grammi di marijuana custodita in un vasetto di vetro e 675 euro in contanti e tra la biancheria sporca invece è stato ritrovato un piccolo involucro con altri 25 grammi sempre della stessa sostanza stupefacente trovata in precedenza . Il giovane pusher è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. La marijuana ed il denaro considerato probabile provento dell’attività di spaccio sono stati posti sotto sequestro.

 

I colleghi del Commissariato di Manduria, hanno invece denunciato un uomo del posto di 53 anni per porto di oggetti atti ad offendere. Durante uno dei tanti servizi di controllo del territorio anche nelle località limitrofe al comune messapico, gli agenti della Volante, transitando nella zona di Uggiano Montefusco, hanno scorto un uomo all’interno di un auto travisato da un passamontagna. La sua auto era ferma a bordo strada tra un Ufficio Postale, al momento chiuso ed un negozio di alimentari. I poliziotti estremamente insospettiti da questa inusuale presenza si sono avvicinati con circospezione per un accurato controllo. Fermato e messo in sicurezza il conducente dell’auto, gli agenti hanno recuperato nel portabagagli due asce un grosso coltello da pesca ed altri due coltelli da cucina con lame lunghe rispettivamente 10 e 12 cm.

Tutti gli oggetti recuperati ivi compreso il passamontagna, sui quali il 53enne non ha saputo forniture una plausibile spiegazione circa il suo possesso sono stati posti sotto sequestro.

leave a reply