Taranto: tragico incidente al porto, perde la vita un giovane operaio

A due giorni dalla giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro un tragico incidente è avvenuto a Taranto, in particolare nel porto. Un operaio dipendente dell’azienda “Peyrani Sud” è deceduto ieri sera durante le operazioni di carico di pale eoliche della Vestas su una nave. L’uomo aveva 49 anni “e solo da pochi mesi aveva coronato il sogno, come tanti suoi coetanei, di trovare un lavoro stabile nella propria terra di origine” come scrivono in una nota congiunta i sindacati Cgil, Cisl e Uil. L’operaio è caduto sulla banchina durante le operazioni di trasbordo e per lui non c’è stato nulla da fare. “Quello che è accaduto ieri al quarto sporgente del porto di Taranto ripropone in tutta la sua crudezza il tema della sicurezza ” ha dichiarato agli organi di stampa Franco Rizzo dell’Usb di Taranto. “Ancora una volta la comunità ionica viene sconvolta dall’ennesima tragedia che funesta il mondo del lavoro” fanno eco le altre organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil.


Tra l’altro l’incidente è avvenuto al quarto sporgente del porto di Taranto, lo stesso su cui si sono consumati altri due tragici eventi nel 2012 e nel 2019: la morte di Angelo Fuggiano, 28enne dipendente della Ferplast (una delle aziende dell’appalto dell’ex Ilva), e Mimmo Massaro, operaio gruista di Arcelor Mittal.
Siamo a piangere l’ennesima vittima” ribadiscono i sindacati che si uniscono al dolore della famiglia del 49enne e dei suoi colleghi.

leave a reply